Istituto Comprensivo Statale Filippino Lippi
salta la barra  ICS Lippi  Infanzia Chiesanuova  Programmazione
indietro

Programmazione anno scolastico 2008-2009

"A tu per tu con l'arte "

PREMESSA

L’arte è un potenziale comunicativo capace di agire in forma forte e dinamica sul livello emotivo e sensoriale di ciascuno di noi. L’ingresso nel mondo della scuola permette all’opera d’arte di non rimanere chiusa nella sua cornice, ma di essere un punto di partenza di un percorso didattico, dove gli elementi che la compongono si intrecciano con il quotidiano del bambino.

Pertanto il progetto nasce dal desiderio di educare sin da piccoli all’arte, effettuando un percorso che porti all’arricchimento e alla crescita personale, traendo emozioni e sensazioni.

Come i grandi artisti, i bambini sentono il bisogno di rappresentare graficamente i loro stati d’animo, i loro sentimenti e l’arte trova nell’infanzia un pubblico particolarmente sensibile, perché libero da stereotipi e condizionamenti, capace di emozionarsi davanti ad un’opera.

I bambini davanti ad un’opera d’arte sono attratti da particolari e dettagli che colpiscono il loro immaginario e stimolano la loro creatività, fino a riprodurla con originalità utilizzando materiali e tecniche senza inibizioni.

Questo porta a considerare l’arte “istinto”, “pura emozione”, consapevolezza”, “un contenitore” inesauribile di storie e suggestioni sul quale si possono costruire percorsi laboratoriali, dove i bambini imparano ad “arteggiare – comunicare – emozionare”, con un linguaggio universale, strumento di civiltà ed integrazione tra i popoli.

"Un bambinino creativo è un bambino felice" (B. Munari)

inizio pagina

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVE AD OGNI CAMPO DI ESPERIENZA (tratti dalle Indicazioni per il curricolo del Ministero della Pubblica Istruzione settembre 2007)

 

Il sè e l'altro

Riflette, si confronta, discute con gli adulti e gli altri bambini, si rende conto che esistono punti di vista diversi e sa tenerne conto.

Ascolta gli altri e dà spiegazioni del proprio comportamento.

Dialoga, discute, progetta confrontando ipotesi, gioca e lavora in modo costruttivo con gli altri bambini.

Il corpo in movimento

Prova piacere nel movimento e in diverse forme di abilità e di destrezza , nel coordinarsi in giochi individuali e di gruppo che richiedono l'uso di attrezzi e il rispetto delle regole, all'interno della scuola e all'aperto.

Esercita le potenzialità sensoriali, conoscitive, relazionali, espressive, ritmiche del proprio corpo.

Conosce le diverse parti del corpo e le rappresenta in modo essenziale.

Linguaggi, creatività, espressione

Il bambino segue con attenzione spettacoli di vario tipo, sviluppa interesse per l’ascolto della musica e per la fruizione e l’analisi delle opere d’arte.

Comunica, esprime emozioni, racconta, utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente.

Si esprime in diverse forme di drammatizzazione, disegno, attività manipolativa e sa utilizzare diverse tecniche espressive.

Esplora materiali e li utilizza con creatività.

Si appassiona e sa portare a termine il proprio lavoro.

I discorsi e le parole

Il bambino sviluppa la padronanza d’uso della lingua italiana e arricchisce il proprio lessico.

Sviluppa fiducia e motivazione nell’esprimere agli altri le proprie emozioni, domande, ragionamenti attraverso il linguaggio verbale.

Ascolta e racconta storie, chiede spiegazioni.

La conoscenza del mondo

Il bambino raggruppa e ordina con criteri diversi.

Si orienta nello spazio.

Osserva i fenomeni naturali con attenzione.

E’ curioso ed esplorativo.

Alla fine del percorso formativo, ogni gruppo di livello avrà maturato specifici obiettivi di apprendimento, che si differenziano tra di loro.

inizio pagina

 

FASI DEL PERCORSO

 

Tutti in posa

Educare all'osservazione del ritratto nelle sue componenti fondamentali.

Gioco dello specchio.

Autoritratto.

Ritratto d'autore.

Smorfie e sentimenti.

Artista apprendista

Osservare, descrivere gli elementi costitutivi di un’opera d’arte per poi passare alla manualità.

L'arte e il mondo dei colori.

La tavolozza del pittore.

Macchie - gocce - stupore.

Segni e disegni.

Luci e ombre.

La bottega dei materiali.

La natura in cornice

Incontrare diverse espressioni artistiche per vedere e rappresentare cambiamenti ed elementi naturali.

L'artista e la natura.

Cartoline - foto - stampe.

Forme - colori naturali.

Odori, sapori, arte coi nonni.

Il giornalino

Arte in libertà.

Artinfesta

Natale: l'arte dell'addobbo.

Carnevale: atelier con i genitori.

Festa di fine anno: galleria di arte di piccoli artisti.

inizio pagina

METODOLOGIA

La programmazione si avvale di una metodologia laboratoriale che si basa su tre momenti flessibili: DISCUTERE- FRUIRE- PRODURRE.

Il gruppo diventa un “gruppo di ricerca e di apprendimento”, dove ogni bambino condivide con gli altri la “fatica” e il “piacere” di esplorare, valutare, confrontare, negoziare i significati per arrivare alla costruzione del sapere.

Lo spazio – sezione viene adibito a laboratorio dove si lavora sull’opera d’arte per osservarla, scomporla, analizzarla rispetto al contenuto, alle tecniche, alle emozioni fino ad arrivare ad una produzione personale con stili e tecniche diversificate.

L’insegnante svolge l’azione di iniziatore, osservatore, mediatore a sostegno delle attività del bambino, il quale, diventando più esperto, sarà sempre più autonomo sia nella creatività e critica, sia nel pensiero collaborativo e condiviso.

inizio pagina

 

MODALITA' E TEMPI DI VERIFICA

Osservazione sistematica ed intenzionale dei bambini da parte dei docenti durante le attività.

La valutazione in itinere affiancherà il percorso con il compito di fornire informazioni che consentano di controllare se l’intervento messo in essere sta producendo esiti indirizzati nella direzione degli obiettivi previsti, in modo da effettuare correzioni ove se ne rilevi la necessità.

La valutazione ha la duplice funzione di verificare il raggiungimento degli obiettivi e l’impatto socio - culturale che ha prodotto nei bambini.

inizio pagina

 

DOCUMENTAZIONE

L’itinerario del percorso sull’arte assumerà pieno significato per i bambini coinvolti nel momento in cui riusciranno a rievocare, riesaminare, analizzare, ricostruire e condividere il proprio vissuto. Il progetto educativo, infatti, si rende concretamente visibile attraverso un’attenta documentazione dei dati relativi alle attività, per i quali ci si può avvalere sia di strumenti di tipo verbale, grafici e documentativi, che delle tecnologie audiovisive.

Tali documentazioni, da raccogliere in itinere, offrono ai bambini l’opportunità di rendersi conto delle proprie conquiste e forniscono a tutti la possibilità di informazione, riflessione e confronto. La documentazione didattica assume poi una particolare importanza perché da essa derivano utili indicazioni per poter intervenire con i soggetti che presentano difficoltà.

La documentazione sarà così articolata:

INDIVIDUALE: come lettura soggettiva dei bambini per comunicare agli altri la propria esperienza, i sentimenti e le emozioni vissute.

DI SEZIONE: come lettura sequenziale delle attività realizzate dal gruppo - sezione.

COLLETTIVA: intesa come monitoraggio del percorso educativo - didattico di tutte le sezioni attraverso cartelloni, materiale fotografico, uso di strumenti audiovisivi.

inizio pagina

 

RISORSE

Questo progetto sarà supportato da altri progetti contenuti nel POF :

Risorse interne:

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO CONTINUITA’

PROGETTO BIBLIOTECA

PROGETTO LETTURA ANIMATA

PROGETTO DISAGIO INVISIBILE

PROGETTO IL GIOCO DELL’ARTE

PROGETTO ALFABETIZZAZIONE DI BASE PER ALUNNI STRANIERI

PROGETTO PSICOMOTRICITA’*

PROGETTO MUSICA *

PROGETTO I NONNI E L’AMBIENTE

* tali progetti verranno attuati in base alla disponibilità dei finanziamenti PIA.

Risorse esterne:

"ANZIANI TERRITORIALI PER LE NUOVE GENERAZIONI”

Laboratori nonni e bambini, gestione: cooperativa “ALICE”

inizio pagina | indietro